Struttura e ingresso

La struttura del Museo si presenta come una realizzazione piuttosto modesta se raffrontata al grandioso progetto iniziale, la cui attuazione avrebbe rappresentato, senza dubbio, un giusto riconoscimento della Patria alle glorie acquisite dalle "Penne Nere".
Una breve scalinata in pietra conduce all'ingresso del Museo, "protetto" da alcuni pezzi d'artiglieria, tra cui un 47/32, pezzo controcarro in dotazione agli Alpini nella Seconda Guerra Mondiale, un 100/17, pezzo in dotazione all'Artiglieria da Montagna nel dopoguerra e un 88/27 di costruzione inglese. 


Il corpo centrale del Museo è circondato da un recinto in muratura che racchiude il cortile interno e che delimita l'area espositiva. 
Sul frontone del Museo troneggia la "Vittoria alata", opera dello scultore Biagini di Faenza.