Un caro saluto, Angelo

logo rivisto

Il 31 marzo, suo ultimo giorno di servizio, si conclude per il Dipendente Civile Angelo Zeni un lungo periodo di vita e di lavoro al servizio del Museo Nazionale Storico degli Alpini. Credo sia doveroso sottolineare l’importante lavoro svolto da Angelo in questi vent’anni: anni di sacrifico e di passione, dedicati al “suo”, al nostro Museo. Purtroppo I vincoli ed i limiti imposti dall’emergenza sanitaria cagionata dal Coronavirus ci impongono di non poter oggi salutare in maniera corale e consona il nostro caro Angelo, quindi lo vogliamo ringraziare con queste poche righe.

“Caro Angelo, con immensa tristezza è giunto il momento nel quale ti congedi dal servizio e lasci il Tuo amato Museo. Ci mancherà sicuramente la Tua energia, il Tuo tenace attaccamento al museo, il Tuo amore per la storia degli Alpini: sicuramente senza di Te non sarebbe stato possibile nel passato avere un museo funzionante ma siamo fermamente convinti che, senza di Te, non saremmo mai stati in grado di avere un nuovo e rinnovato museo; in questi anni sei stato la colonna portante del Museo Nazionale Storico degli Alpini, sempre a fianco dei vari Direttori che si sono succeduti: hai garantito fedeltà assoluta, fermo sostegno ed encomiabile spirito di Servizio. Il Tuo senso del Dovere ha caratterizzato ogni momento della Tua vita al Museo; il Tuo amore per i valori degli Alpini e della montagna, uniti da un fortissimo legame con la nostra realtà trentina, Ti hanno reso un collaboratore indispensabile. Il tuo sincero e genuino carattere ti ha fatto diventare un nostro vero Amico. Negli anni il museo ha ricevuto donazioni, raccolte e reperti…alcune persone sono passate, altri hanno offerto il loro supporto ed altri occasionalmente hanno collaborato ma Tu sei stato sempre presente! Ogni tuo giorno in vent’anni di servizio è stato dedicato unicamente al Museo Nazionale Storico degli Alpini e di questo Te ne va dato il merito.

Siamo sicuri che il Tuo non è un addio e, come hai sempre fatto, rimarrai al nostro fianco pronto a darci una mano. Grazie Angelo!”

Lo Staff del Museo Nazionale Storico degli Alpini